Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

I cimiteri di Halloween (Guisso feat. YouGo Foscolo)

UtenteMessaggio

20:23
28 ottobre 2009


Massimo Guisso

Ospite

“A noi

morte apparecchi riposato albergo

ove una volta la fortuna cessi” e proprio qui mi siedo,

a scarabocchiare l’unico metallico tocco della campana fessa,

lasciando affogare una coccinella nella gamella col pennello della barba,

ma io vivo così, la spada piantata nelle mani giunte, aspettando, sic,

un’ ansia senile, quasi come fosse rabbia giovanile o l’ ispirazione,

mentre già la mia bara scende giù nella fossa in giardino

e pogando mando a farsi fottere pure il becchino.

21:36
28 ottobre 2009


Rose

Ospite

Smile Benritrovato, Massimo. Noto che sei in linea con la stagione Wink

Guarda cosa ti metto:

gioco, gioco gioco …. scuola, scuola, scuola …. primo amore, breve felicità, rottura, scuola, scuola … idealismi, sforzi, rigetto, fallimento, compromessi, lavoro, lavoro, lavoro … poco gioco … lavoro, lavoro, lavoro … pesnsione, gioco, morte.

Breve compendio della vita. Ma sarà proprio così? :-D

22:36
28 ottobre 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

Ohilà, Mr. Guisso! è un piacere e un onoreWink sentire la tua voceLaugh!

piaciuto, come sempre, lo stile del tuo testo – in sintonia con il periodo Wink- e i versi

aspettando/…un’ ansia senile, quasi come fosse rabbia giovanile o l’ ispirazione,…

suonano forti di voce e di spirito.

Da apprezzare le allitterazioni ben marcate del quinto verso, mentre la rappresentazione che viene da:

vivo così, la spada piantata nelle mani giunte

è raffigurazione efficace di uno stato mentale, una proiezione metaforica ricca di significato.

Rose, non voglio rispondere alla tua domanda…(retorica?)Surprised

dmk

22:58
28 ottobre 2009


Manfredi

Ospite

rispondo io a Rose:

no, la vita non è proprio così. perchè, anche se è vero che, per tutti quanti, quello che hai riportato è effettivamente il succedersi cronologico e quantitativo dello svolgersi dell' esistenza, manca nel computo, l' elemento qualitativo.

tutto quel work work work per esempio, non esprime l' aspetto positivo del lavorare (lo so bene, non vale per tutti, ma per molti sì) nè la soddisfazione che il lavoro può dare. in altre parole, ciò che viene eliminato dalla lista è l' aspetto emozionale del vivere, appiattendo tutto in una dimensione limitata e limitativa. 

in ogni caso, la "vignetta" è simpaticamente provocatoriaSmile

Mister Guisso, credo d' aver brevemente incrociato lei e i suoi versi in altro sito e ricordo d' aver apprezzato i suoi lavori (anche in prosaLaugh) come le traduzione che in quel posto, ne erano state fatte.

in questa poesia c' è un' alternanza di toni, fra tutti prevale quello della riflessione esistenziale personale, nella coscienza di ciò che vivere comporta, arricchito da accenti ironici che forniscono al discorso una sottolineatura di robusta consapevolezza. 

apprezzata anche questa.

08:35
29 ottobre 2009


sandra

Ospite

Smile Ho da dire un sacco di cose:

1) benvenuto al signor Guisso

2) poverina quella coccinella, non si potrebbe toglierla da lì?

3) pogando pogando, guarda dove sei finito

Ah!ah! questi argomenti allegri tirano fuori il peggio di me.

La poesia è interessante, però. Mi è piaciuta molto quella "spada piantata nelle mani giunte". Per quanto riguarda la vignetta di Rose, vi informo che io sono ancora nella fase play, play, play, play… Wink

E poi, qualcuno mi vuola spiegare come si citano gli altri nei riquadri verdini ??

Basta. Vado a lavorare. Ciaooooo

10:28
29 ottobre 2009


Pietro

Ospite

Niente di meglio dei "Sepolcri" di Foscolo, per parlare della morte.

Ho apprezzato la citazione ed anche i versi successivi, molto pregnanti.

Il parallelo "ansia senile – rabbia giovanile" è un capolavoro di ironia che alla mia età si vorrebbe veritiero. 

Perplessità sul "pogando", forse un neologismo…Del resto, l'ultimo verso è di stampo molto moderno, vedo. Wink

Complimenti a questo giovane autore che ancora non conoscevo. Pietro



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 783

Attualmente online:
13 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)