Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

Arlecchino vien di notte

UtenteMessaggio

12:33
3 novembre 2010


OmarBunfai

Ospite

 

Arlecchino arrivò di notte
con un inchino ai fantasmi di Piazza della Libertà
allungò nell’aria una corda d'argento
giullare per le menti congelate
e a ognuno di noi
spettri ossessionati, svaccati in Piazza della Libertà
parlò  attraverso le sue mani sventolanti come bandiere
pianse sulla sua faccia sgocciolando cerone
sussurrò attraverso le labbra dipinte
Frasi arrugginite, dimenticate linee non vissute del corpo e dei sensi
pensando alle frecce perdute
scagliate contro il dolore del vissuto.

E ognuno di noi
vinti e persi e perdenti
ormai solo  scarti delle nostre menti più giovani
cominciammo a ballare  tutto intorno alla piazza
al suono del suo fatato corno trasparente
urlando di gioia per linee non vissute del corpo ritrovate
ci siamo ripresi la nostra rabbia di nuovo
come un fascio di frecce ritrovate nel dolore passato.

 

 

E quando i cani – poliziotto
sono arrivati a difendere la proprietà personale
si sentì abbaiare in tutta la città
Ma noi eravamo lì pronti
truccati e in costume
un milione di arlecchini

e la città
rifiorì di vita
come una  bellissima fiera –Luna park
e noi eravamo lì
tutti noi

22:10
3 novembre 2010


admin

Amministratore

messaggi3520

Caro Omar, la poesia di tipo sociale (posso chiamarla così?) è per me difficilissima da comporre, senza perdere qualcosa a livello poetico. Ovviamente ci sono molte eccezioni, basta pensare ai cantautori – poeti – impegnati. Questo tuo lavoro è degnissimo, in primis per il contenuto, di cui é evidente la genuinità, nella veste di arlecchino, maschera di tutti i tempi, in secundis per diverse parti che, con l' uso metaforico, raggiungono una buona espressività poetica.

Non concordo con il tono di ribellione che si fa rivolta popolare, in quanto credo e spero che le suddette rivolte abbiano finito il loro tempo, non solo, ma anche che si sia capito che è meglio cercare di comprendersi, piuttosto che cercare soluzioni di forza. E di sangue. La "lotta sociale", contro la proprietà personale, non ha dato, nel lungo periodo, soluzioni ottimali.

Ma questo modo di vedere le cose é solo un problema mio, che nulla ha a che spartire con il tuo buon componimento. Di cui ti ringrazio.

dmk

18:49
4 novembre 2010


Carmen

Ospite

Bella ammiccante e, se non erro, ironica e burlesca. Molto bella la figura/metafora dell'arlecchino. Il messaggio?  Io ho capito qualcosa come: "datevi una mossa, oh popolo!".

 

Grazie Omar e a presto!

Carmen



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 783

Attualmente online:
5 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)