Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

Crociera nel Mediterraneo

UtenteMessaggio

15:09
8 maggio 2009


Gio

Ospite

Spero di non annoiarvi con il sintetico resoconto di un viaggio che, anche dopo un anno, mi ha lasciato un ricordo vivo e piavevole.

Concordia.

Nell'avvicinarsi a Savona cresce in me il desiderio di vedere Concordia. L'immagino bella, nell'attesa, un brivido di emozione mi pervade. Finalmente, intravedo il porto della ridente e inerpicata cittadina ligure…e lì, in rada, Concordia. Bellissima, immensa, superba, bianchissima…ecco la nave che mi accoglierà per una crociera di dodici giorni. Sulla banchina, all'arrivo, sono stato accolto, unitamente al gruppo di cui faccio parte, da ragazze gentili in completo blu, che con grazia indicano le modalità di imbarco. L'attesa, non è molto lunga, e, lentamente, in perfetto ordine, tutti, uno ad uno saliamo a bordo. Si seguono le procedure diventate abituali, per chi si mette in viaggio, in questi ultimi anni. Procedure necessarie per la nostra sicurezza. Penso tristemente che la paura degli attentati rende tutto più complicato..

            La prima impressione è positiva. Ho la sensazione di arrivare in un gran hotel a cinque stelle lusso. La curiosità di conoscere la nave, la necessità di orientarsi per capire l'esatta collocazione della cabina rispetto ai vari servizi è preminente durante le prime ore dell'imbarco. Si cammina quindi in lungo e in largo per i corridoi di ogni ponte ( ce ne sono tredici più quattro di servizio). A bordo ci sono tremilacento passeggeri provenienti da ogni parte del mondo. Vi sono poi altri millecento membri dell'equipaggio nella quasi totalità  giovani latino-americani, indiani, filippini e qualche africano, gli italiani rappresentano solo la dirigenza compresi gli ufficiali di stato maggiore. Personale comunque molto educato, gentile e ben disposto ad esaudire ogni richiesta, anche se a volte la lingua crea qualche difficoltà di comprensione. La definizione di "alveare" data da un mio amico per indicare una nave da crociera, non è molto lontana dalla realtà, infatti, le navi sono sempre più grandi e il paragone tra una caotica città ed un tranquillo paese viene spontanea. La Concordia è una vera città galleggiante, con tutti i servizi che una città può offrire…mancano solo taxi e filobus !

            Puntuale arriva la partenza, momento emozionante. La "città galleggiante" si avvia,  lentamente, scivola  dal porto silenziosa nella sua immensità "regalando" al mare una grande scia bianca. Gradualmente la velocità aumenta e si raggiunge il mare aperto. Il porto e la città ormai lontani diventano puntini di luce nel grande e infinito mare. Si è fatto buio, ma nella nave tutto risplende di luce, di suoni, di odori. La vita notturna comincia ad animarsi. Migliaia di persone, ancora disorientate e senza meta, vagano da prua a poppa e da coperta a sottocoperta. Qui mi viene in mente la "muina napoletana" o meglio la disposizione che gli ammiragli della marina borbonica avevano dato agli equipaggi in occasione di una visita da parte di un membro della famiglia reale alla flotta. Tutti i marinai dovevano essere in movimento dando così l' impressione di una grande efficienza.

            La notte porta normalità e calma. Tutti si rinchiudono nelle rispettive cabine dove, si percepisce costantemente, il sordo rumore dei motori fino al risveglio. Il mare mosso e il forte vento, più di una volta, mettono a dura prova molti ospiti, inducendoli a rinunciare alle deliziose specialità preparate dai cuochi.

La navigazione prosegue di porto in porto, offrendo visioni splendide delle varie isole e di tante città costiere, sia notturne che diurne. I primi giorni del viaggio, non essendoci familiarità tra i croceristi i discorsi sono formali, e, quasi tutti dedicati a carpire i "segreti" per ottenere il massimo dai servizi di bordo. Forse, è stata solo una mia sensazione, poi svanita, quando a bordo la vita sociale ha preso il ritmo normale, adattandosi alle consuetudini che giornalmente si svolgono in una grande comunità, come può esserlo un bastimento. Ogni giorno il giornale di bordo "Today" unitamente al quotidiano delle notizie ANSA ci informava di tutti gli avvenimenti della nave e del mondo.

            Poi la parte culturale della crociera, gli sbarchi nelle varie località della Grecia dove ho visitato il Partenone e la "Plaka"  centro di Atene con il suo grande mercato. La Turchia con la città di Izmir, l'isola di Rodi con la sua grande fortezza, la città di Limassol nell'isola di Cipro. L'escursione più interessante, per me è stata quella egiziana, con la visita alle piramidi nei siti archeologici di Gizah, Saqqara e Memphis la prima capitale dell'antico Egitto. Un mio desiderio che finalmente si esaudiva. Il fascino che ti avvolge, quando ti trovi di fronte a delle costruzioni così immense e ricche di storia, è unico, ne rimani incantato, senza parole. La mente ripercorre la storia e immagina il grande lavoro eseguito da decine di migliaia di uomini sotto il sole cocente. Enormi sforzi tutti dedicati ad una persona sola: il Faraone. Sarà il ricordo indelebile che rimarrà di questa grande passeggiata nella storia.

            Poi il rientro, con due giorni e tre notti di navigazione in mare aperto, con l'ultima sosta a Civitavecchia con la visita alla città di Roma.

Sulla "grande città galleggiante" sono nate nuove amicizie e grandi promesse di ritrovarsi mantenendo rapporti stabili e duraturi…tutte promesse "da marinaio". Una volta passato il grande momento di emozione data dalla sensazione di aver vissuto una splendida avventura la vita riprenderà normalmente e ci si dimenticherà di questi incontri. Rimane comunque un ricordo duraturo ed affascinante per aver vissuto l'esperienza di un "viaggio" diverso con la comodità che non sei tu a dover affrontare ogni giorno il tragitto per visitare dei nuovi luoghi, ma è l'hotel di lusso che ti ci accompagna… e le valige le devi riordinare solo alla fine…una volta soltanto!

Un saluto.

gio

17:49
8 maggio 2009


stella

Ospite

Giò è ora che tu riparta di nuovo.

Stare troppo fermi non fa bene nè all'umore nè alla salute!

Ho riletto con piacere questa pagina di viaggio.Cool

18:19
8 maggio 2009


Gio

Ospite

Grazie Stella…per la lettura e soprattutto per l'invito a ripartire, a dire il vero ci stò pensando…ma non so quando avrò le ferie LaughLaughLaugh

Abbraccio Wink

19:19
8 maggio 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

Sai, Gio, che andare a fare una crocierina è stato uno dei miei sogni sognati? Smile

Anche per questo ho riletto di questo tuo viaggio con grande piacere. Con partecipazione.

dmk

20:22
8 maggio 2009


Gio

Ospite

Daniela, ti consiglio di non indugiare più, prenota subito e parti, non puoi immaginare quanto sia rilassante, divertente e conoscitivo. Credo che sia una tra le migliori vacanze che si possano trascorrere.

Grazie per avermi letto con partecipazione Wink

20:46
8 maggio 2009


Rose

Ospite

Non solo non ci hai annoiati, Giò, ma devo dire che rileggere il tuo resoconto di viaggio è stato molto piacevole. Interessante il punto di vista 'maschile', dal notare le modalità d'imbarco ai dati tecnici: numero di corridoi, di passeggeri, dell'equipaggio …

Miodio, su quella nave ci potrebbero stare tranquillamente 3 Acquafredde! Surprised

Mi sono chiesta se personalmente amerei tutta quella gente … per me 30 persone sono una folla! Confused

Avete visitato i luoghi più affascinanti del Mediterraneo. Bravi! anzi, bravo! anche per questa bella lettura che ci hai offerto. Smile

21:41
8 maggio 2009


Filippo

Ospite

Gio carissimo. E qui mi serve il tuo aiuto!!!

Ho un desiderio incredibile di fare una crociera, esattamente come quella fatta da te.

Mia moglie però ha posto dei veti, anzi… due veti. Frown

Primo veto: di crociera non se ne parla proprio, perchè lei soffre il mal di mare, non ha nessunissima intenzione di "salpare" e preferisce stare con i "piedi per terra".

Secondo veto: non ha nessunissima intenzione di farmi andare da solo, perchè -afferma lei- in crociera da soli ci si va per "acchiappare".

Ora, atteso che mi appropinquo a grandi falcate verso il raggiungimento della totale pace dei sensi, e tenuto conto che non ho più contezza del significato  del termine "acchiappare", ti chiedo se cortesemente potresti intercedere e tranquillizzare Enza.

Fedele nei secoli!

Filippo

23:34
8 maggio 2009


Gio

Ospite

Caro Filippo, mi sento proprio di tranquilizzare Enza su entrambe le ipotesi. La nave è immensa e si ha la sensazione di vivere al centro di una grande città, tra negozi, vicoli e palazzi…senza trascurare i ristoranti e il teatro, e poi solitamente si "viaggia" la notte e durante il giorno ci sono le escursioni, insomma giornate piene di interessi, non c'è il tempo per pensare al mal di mare. L'età media è un po' "alticcia" e le "tentazioni" sono molto remote Cool

Enza, credimi, non sai cosa ti perdi "perdendo" una crociera, sono certo che se ci vai, al ritorno la più entusiasta sei tu SurprisedWink

Un abbraccio ad entrambi….e buona crociera!!!! Smile

23:38
8 maggio 2009


Gio

Ospite

Grazie Rose per avermi riletto…e prenota anche tu una crociera, magari ci potremmo trovare a navigare assieme…perciò avvertimi quando parti WinkSmile

Un caro saluto

21:45
9 maggio 2009


fernirosso

Ospite

temo che finirei in mare,esca per gli squali. Non sono molto socevole e i rapporti a stretto contatto e continuativi mi fanno chiudere come un riccio, o un paguro nel suo guscio di silenzioso ritorno all' indietro. Eppure in una barca con poche persone lo farei un giro della terra, aggiungendo anche altri mezzi di locomozione. Grazie Gio del tuo ricco racconto.ferni eremita

09:50
10 maggio 2009


Gio

Ospite

Grazie a te Ferni per avermi letto. Credo comunque che, come in ogni comunità, ognuno può anche godersi la sua stretta cerchia di compagni di viaggio vivendolo come in "una barca con poche persone".

Un abbraccio all' -eremita- LaughWink

10:11
11 maggio 2009


stella

Ospite

Intervengo per tranquillizzare Enza.

Enza carissima se non vuoi fare una crociera con il tuo maritino lascialo andare tranquillamente solo.

Ti posso assicurare che non "becca" nulla a meno che non sia miliardario!Cool

Alcune amiche  che frequentano crociere da anni mi hanno raccontato che gli incontri ravvicinati non sono poi cosi' numerosi.

E poi perchè privarlo di una conferma?

Si renderà conto che la "mejo" sei tu.Laugh

P.S. ….perchè non facciamo una crociera tutti assieme?

     dicono che la convivenza forzata in mezzo al mar,  fa nascere o  grandi amori o affilati  coltelliYellLaugh



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 170

Attualmente online:
25 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)