Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

UtenteMessaggio

12:20
11 gennaio 2010


Carmen

Ospite

Trainare  in apnea
ogni addio e chiedersi:
dov'è il confine?  

Carmen


14:35
11 gennaio 2010


Pietro

Ospite

Sarebbe meglio un taglio netto, a mio parere. Ma il suo è un pensiero molto più poetico. Smile

19:26
11 gennaio 2010


Elina

Ospite

in poche parole hai descritto la trappola cui spesso ci sottoponiamo

penso all'amicizia un sentimento che ha bisogno di respirare e non cadere in apnea,

l'addio a volte va manifestato per tagliare/confinare un legame non più autentico

forse è il perdono, la capacità o semplicità nel provarlo che impedisce di porre il confine

grazie CarmenKiss

21:13
11 gennaio 2010


sandra

Ospite

Che bella questa cosa! "Trainare un addio in apnea!"  Kiss

Ma come ti vengono queste immagini, Carmen?

22:04
11 gennaio 2010


Rose

Ospite

E' così umano questo non rassegnarsi all'addio, questo "trainarlo in apnea". Quanto può durare un addio? Chissà …

Una poesia brevissima, ma densa di emozione. Grazie, Carmen.

22:14
11 gennaio 2010


admin

Amministratore

messaggi3520

Efficace e intensa riflessione espressa in una domanda che, credo, possa trovare risposte diverse Smile versi pregevoli, immagine suggestiva che metaforizza uno stato d' animo e, spesso, una condizione di vita.

dov'è il confine?

fino a quando riusciremo a reggere? ci sento un senso di autentico drammatico.

dmk

09:59
12 gennaio 2010


Carmen

Ospite

E' bello pubblicare laddove il testo viene letti con sensibilità ed intelligenza.

Ciascuno di voi ha letto del “vero”, perché, io penso che, seppure la commedia si basa sulla  ”verosomiglianza”, in poesia una sfumatura di verità vi dovrebbe albergare. fosse anche solo sensazioni.

Scusate per il pessimo italiano, mi accorgo di avere un po' di noia con la sintassi. Quando andrò in pensione (Iddio voglia, e pure Brunetta prima o poi, di fronte al tempo, si dovrà arrendere) credo che riprenderò a studiare la grammatica. A scuola non andavo male in lingua italiana, perché avevo passione per la scrittura, ma poi tante regole me le sono dimenticate.

Questo, nonostante io, quando compongo preferisco avere sempre accanto il vocabolario, anche quello dei sinonimi e contrari, perché una parola (e questo è il fascino della lingua italiana) ha tante di quelle sfumature e significati diversi da quelli che conosco.

Grazie per la vostra attenzione e a presto!

Carmen



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 783

Attualmente online:
8 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)