Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

i nomi delle cose

UtenteMessaggio

14:37
30 novembre 2009


Manfredi

Ospite

traducendo parole dall' antico

traducendo da sacre pergamene

caratteri come arabeschi

o radici o frutti da fiori

in giardini sospesi

fra passato e futuro

- il presente è una parentesi -

traducendo le età delle pietre

in circoli nuragici fronte al tempo

le dune sabbiose, mutanti residui

di una clessidra infinita,

scavo miracoli

sotto la pioggia pungente

di mille e poi mille aghi che

trafiggono la carta e ri-scrivono

per ciechi la sorgente che declina

i nomi per

tutte le cose, di

tutti i tempi il sentire.

Coniugata l' universalità.

17:16
30 novembre 2009


sandra

Ospite

Premesso che odio il lunedì  YellYellYell, vorrei chiedere a Manfred se di mestiere fa il filologo Smile. Bella 'sta poesia! M'è piaciuta molto dove dice:

"giardini sospesi

fra passato e futuro

- il presente è una parentesi -"

Mi ha ricordato quello che si diceva in un altro topic, riguardo al concetto del tempo, solo che qui è l'inverso… sembra che passato e futuro siano più reali del presente e questo è da sballooooooooo, zio Manfred! Mi ha quasi riconciliato col lunedì. Smile

19:03
30 novembre 2009


Elina

Ospite

premetto che mi piace percorrere un testo con delle mie immagini

voglio sentire, vivere quasi i passi dell' autore, per un attimo..si intende

l'inizio mi ha restituito la scena di una ragazza che traduce parole dal greco antico

dapprima con difficoltà, poi innamorandosi quasi di mondi passati ma già presenti in lei

mi chiedo se certe conoscenze siano già in noi "facilitate", come nascere con un volto tagliato tra presente e passato

grazie Manfredi mi è molto piaciuto

21:35
30 novembre 2009


Rose

Ospite

Il fascino della traduzione! del ri-nominare le cose.

Trovo bellissima la parte:

“traducendo le età delle pietre

in circoli nuragici fronte al tempo

le dune sabbiose, mutanti residui

di una clessidra infinita”

E' davvero come “scavare miracoli” e coniugare l'universalità delle cose stesse. Complimenti, Manfred!

10:27
1 dicembre 2009


Carmen

Ospite

Mi piace il tono riflessivo, la parte filosofica, e il modo elegante della forma. Insomma, tutta.

Complimenti, Manfredi.

Carmen

14:27
1 dicembre 2009


Manfredi

Ospite

mie care signore, che dirvi? grazie, e di nuovo grazieLaugh

PS: lieto d' averti, Sandrina, "quasi" riconciliata con il lunedìWink 

10:53
2 dicembre 2009


Pietro

Ospite

Quello di tradurre è un lavoro certosino e richiede grandi capacità, soprattutto quella di riuscire ad 'entrare' nell'animo di chi ha scritto e riprodurne, il più fedelmente possibile, il sentire. Dei versi i suoi, Manfred, che hanno il fascino di un'antica pergamena.

Grazie. Pietro

18:57
3 dicembre 2009


Manfredi

Ospite

grazie a te, PietroSmileper  quello che hai scritto. sul tradurre sottoscrivo completamente quanto dici.Smile



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 783

Attualmente online:
7 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)