Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

Danza rosso veneziana

UtenteMessaggio

15:36
26 gennaio 2010


Carmen

Ospite

Di fianco alla gondola

galleggia la speranza

è mite il sentimento

quando appena sfiora

e s’alzano le nebbie

e calano le gioie

al volo della colomba

bianca

 

Sarà la luna piena

a sciogliere i veli

legati sulla bocca

rauca

e sopra la laguna

la scia dei misteri

seguiremo in barca

 

tu sposami a Venezia

dopo che gli anni

saranno liquidati

dalla gondola dell’affanno

e poi risposami ancora

al ritorno del veliero.

 

Diserterà dal molo

la quaresima del dolore

perché tu sarai il Doge

ed io la tua Dama

nelle vesti della danza

tutta rossa veneziana.

 

Carmen

17:07
26 gennaio 2010


admin

Amministratore

messaggi3520

Atmosfera di una magica Venezia, ricreata nell' immaginario e calata nel reale: un sogno, una speranza, un voto… bellissima, Carmen.

… tu sposami a Venezia

dopo che gli anni

saranno liquidati

dalla gondola dell'affanno…


… Diserterà dal molo

la quaresima del dolore

perché tu sarai il Doge

ed io la tua Dama…

Peccato che io non veda l' immagine!

dmk

17:30
26 gennaio 2010


Carmen

Ospite

grazie Daniela, che strano io la vedo. Andrò a rimetterla di nuovo.

A presto e buona serata.

Carmen

17:37
26 gennaio 2010


sandra

Ospite

Tra il mistero e il fascino della laguna:

" tu sarai il Doge

ed io la tua Dama

nelle vesti della danza

tutta rossa veneziana. "

Bella poesia, Carmen, a parte quel "e mite un sentimento" di carducciana memoria. Smile

17:45
26 gennaio 2010


Carmen

Ospite

Grazie Sandra, si l'ho fatta apposta ad inserire  quel verso di Carducci ;). Ne ho una di Ungaretti pure, che mentre lui si illumina d'immenso, io mi illumino di meno. Un giorno di questi la posto.

Si vede ora l'immagine? l'ho cambiata, l'altra era avvolta tutta con un velo rosso. Fa lo stesso?

Un abbraccio a voi tutti.

18:08
26 gennaio 2010


Manfredi

Ospite

io vedo l' immagine. bella la poesia. me ne è piaciuta l' anima.

a proposito di ” e mite un sentimento”

LaughLaugh

18:27
26 gennaio 2010


Carmen

Ospite

Grazie Manfredi, in effetti non è proprio uguale uguale.

Un abbraccio e siccome mi prudono le dita, adesso, (giuro Daniela non faccio più) posto pure quella che ricorda Ungaretti (di parecchio), però non mi prendete per blasfema, vi prego.

Carmencita Embarassed

21:05
26 gennaio 2010


Pietro

Ospite

Ah, la dolce Carmencita! Smile

In effetti, l'inserimento del verso di “T'amo pio bove” nella sua bella poesia, Carmen, distoglie un poco dall'atmosfera veneziana. Se posso permettermi, mi sembra meglio riuscita l'altra poesia…quanto alla 'citazione'.

Anche a me è piaciuta molto la strofa:

 ”tu sposami a Venezia

dopo che gli anni

saranno liquidati

dalla gondola dell'affanno

e poi risposami ancora

al ritorno del veliero.”

La leggerò a mia moglie. Lei è per il rinnovo dei voti coniugali…Molto romantica!  Smile

21:44
26 gennaio 2010


Manfredi

Ospite

ecco, Carmen: è proprio come dici e cioé "non è proprio uguale"

infatti tu usi due termini che compaiono nel testo carducciano, ma la strutturazione delle stesse cambia e, se posso dirlo, non è che io ci senta tutta questa somiglianza, nell' organicità del verso: ma forse sto perdendo d' orecchio…Wink

08:45
27 gennaio 2010


Rose

Ospite

Innanzi tutto, occorre dire che la poesia è gradevolissima e sa ricreare la magia di Venezia. E' vero che il verso in questione non è proprio uguale e che si inserisce perfettamente nel contesto. Penso che l'operazione in sè (come nell'altra poesia) sia interessante. Quello che stride un poco, in questa composizione è proprio il rimando inevitabile a quei 'bovi' dell'immagine di Manfred, che nulla hanno a che fare con una "danza rosso veneziana".

Ma forse è un effetto voluto e allora non resta che inchinarci Wink davanti alla versatilità di Carmen, che saluto. Smile

22:49
27 gennaio 2010


admin

Amministratore

messaggi3520

Siamo talmente portati a fare inevitabili associazioni e collegamenti!Wink

Una volta ho scritto una poesiola che fu, fra l' altro, pubblicata e non ricordo neanche dove. Fatto sta che incominciva con : "Si sta"

Venne giù il mondo!Surprised Fui accusata d' aver plagiato il ben famoso Si sta ungarettiano…

SurprisedGiuro: quando la scrissi manco mi passò per la mente che il mio "si sta" avrebbe ricordato il Poeta! 

Solo un ricordo di tempi ormai andati…Laugh

dmk



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 170

Attualmente online:
21 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)