Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

UtenteMessaggio

15:30
1 marzo 2009


Filippo

Ospite

A sud dei tuoi gratuiti dolori,
andrò a recuperare i miei pensieri,
zavorra di me stesso
in libera discesa verticale.
A sud dei miei errori esistenziali
ridisegnando vortici a salire
conquisterò la noia
abbandonata prima di partire.
A sud del sud accenderò candele
a santi senza icone e senza tele
a madri senza latte
a figli senza madri da abbracciare.
A sud del vento caldo, a sud del mare
a sud dei miei deserti e dei tuoi cieli
a sud del tempo stesso
a sud di un qualche Dio andrò a morire.

16:02
1 marzo 2009


Rose

Ospite

Dove il sud diventa epitome di aridità e non-vita. Cry

Lascio il commento dell'immagine a sandra. Wink

Caro filippo, ho l'impressione che tutta la leggerezza la riservi alle composizioni dialettali e l'italiano lo lasci alle contorsioni dell'animo … mi sbaglio? Smile

L'ultimo verso è fantastico.

17:20
1 marzo 2009


franco

Ospite

un "cammino della speranza" al contrario;

Un tornare all'origine del nostro male del vivere.

La rima solo apparentemente sembra opporsi alla drammaticità del testo, ma in realtà ne accentua il senso e lo evidenzia.

f

scusa Rose, "epitome"?

caspita!

f

17:23
1 marzo 2009


Filippo

Ospite

Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

A me "epitome" non me l'aveva ancora detto nessuno! Frown

19:04
1 marzo 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

capita di tutto, nella vita, Filippo!Laugh

Mi è piaciuta, la tua poesia. 

Sud come icona: a sud del sud come progressione drammatica e incisiva in un processo di ri-conoscimento e accettazione (?) del "male", così come lo rappresenti.

E penso, con Franco, che il termine azzeccato sia "mal di vivere".

Ha certo ragione Rose: qui non si respira leggerezza. Ma l' emigrare verso il nodo cruciale di se stessi, non è mai portatore di leggerezza.

dmk

20:55
1 marzo 2009


sandra

Ospite

Perchè lasciano a me il compito di dirti che l'immagine è… non lo dico cos'è, tanto si vede Cry. Philip, siamo in piena crisi esistenziale, vedo. Del resto, le poesie migliori vengono quando si è in crisi, dunque…FrownSmile

Qui, tra discese vertivali e vortici a salire… non è ben chiara la direzione. A sud, dici tu. Va bene. Mi piace questo andare a rotta di collo a sud, come scandisci reiteratamente, negli ultimi versi.

reiteratamente è per fare il paio con l'epitome di Rose. Smile

Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ! che siamo colte, zietta! Surprised



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 331

Attualmente online:
10 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)