Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

UtenteMessaggio

21:55
24 gennaio 2010


admin

Amministratore

messaggi3520

Ryan Bingham vive tra una trasferta aerea e l'altra. Il suo lavoro è licenziare altre persone, la sua missione è riuscire a tenersi cinicamente lontano da qualsiasi rapporto personale. Ma le cose prendono una piega inattesa…

Jason Reitman si conferma un regista capace di dare vita a personaggi che lasciano il segno, e il Bingham di Clooney (davvero eccellente la sua interpretazione) non fa eccezione. Cinico, spietato nel suo lavoro, non è certo un eroe positivo, eppure la naturalezza con cui si muove, sempre sul confine della morale, finiscono per rendercelo simpatico. Complici un'ottima sceneggiatura e i dialoghi sempre taglienti e "realistici", capaci di trasmettere tutta la complessità dei rapporti umani, la prima parte di Tra le nuvole è sostanzialmente perfetta. Reitman riesce a rendere con efficacia l'asettica freddezza dello stile di vita di Bingham, e a trasmettere un senso di rassegnato e riflessivo pessimismo. E la maschera gigionesca di Clooney diventa un po' lo specchio di un'America che cerca di nascondere le cicatrici create dalla crisi economica.

Purtroppo, quando la vita del protagonista rischia di deragliare, anche il film di Reitman prende una piega inattesa, mettendo in atto alcuni cambi di registro che lo fanno avvicinare un po' troppo a una "normale" commedia, e sacrificando, sull'altare di un inatteso buonismo, il tono riflessivo ma leggero della prima parte. Il finale "a sorpresa" recupera parte del cinismo originale, ma allo stesso tempo sembra un po' troppo forzato. Il risultato è un film per certi versi "ibrido" e non riuscito del tutto, ma che va visto, anche soltanto per ammirare l'interpretazione di Clooney, che più di uno ha paragonato al Cary Grant dei tempi d'oro.

Da: http://www.film-review.it

dmk



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 170

Attualmente online:
21 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)