Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

UtenteMessaggio

22:46
1 novembre 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

La vicenda è quella di Hervé Joncour, un commerciante francese di bachi da seta, che si trova ad effettuare regolarmente un lungo viaggio verso il paese del Sol Levante per acquistare i bachi che producono la seta più pregiata, a causa di virulenti batteri che colpiscono le coltivazioni francesi. Convinto a fatica da un amico, una volta giunto in Giappone Hervé sarà irresistibilmente attratto dalla giovanissima geisha di un nobile del luogo. L'amore tra Hervé, felicemente sposato, e la donna si profila da subito tormentato.

dmk

06:28
2 novembre 2009


Rose

Ospite

Una storia fragile, eppure molto intensa. Un'attrazione che diventa ossessione e un'ossessione che assume la potenza del sogno. L'interprete ama la moglie teneramente, eppure viene totalmene soggiogato dalla passione per la giovane geisha. Interessante come alla fine della sequenza del video, le due figure di donna si sovrappongano.

09:49
2 novembre 2009


Pietro

Ospite

E' un film straordinario, per l'atmosfera esotica e la dimensione intimista.

Lui  tuttavia non ci fa una grande figura.

Ne esce vincitrice morale la moglie, a parer mio.

13:16
2 novembre 2009


sandra

Ospite

Che film!!! KissKissKiss

Troppo romantico!!! KissKissKiss

Però non si sa per chi parteggiare e forse chi ama davvero è la moglie… poorella. Cry

14:01
2 novembre 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

A me è piaciuto più il romanzo, che poi, in realtà, è un racconto lungo, anche se devo ammettere le atmosfere sono state rese egregiamente nel film. Un filo di seta di emozioni, suggestioni, colori, costumi esotici collega ogni parte vincolando i personaggi in una storia esile, fragile che è d' amore, vissuto o immaginato.

dmk

18:46
2 novembre 2009


Manfredi

Ospite

non so chi ami davvero, Sandra. 

l' ho vissuta come una storia, creata, a dir il vero, su un presupposto talmente esile da parer inesistente, una storia prima scritta e poi messa in versione cinematografica, per amor del raccontare. che cosa? un sogno possibile. eventuale. come un lontanissimo richiamo di cui giunge un' eco. 

bello. di poca consistenza, ma bello.

17:40
3 novembre 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

Più che di poca consistenza, direi "essenziale", Manfred.

E' la resa di un lavoro che fa dell' essenzialità il suo cavallo di battaglia, insieme a una remota poeticità.

Questo a differenza dei lavori precedenti, così "pieni" di parole.

dmk



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 170

Attualmente online:
22 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)