Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

UtenteMessaggio

13:58
1 marzo 2009


borablu

Ospite

U n a    s e r a

 

 

Una sera,

quando l’azzurro intenso

del cielo

stava traslando

dal celeste di prima

al blu

caldo di stelle

del poi,

una sera,

ove l’equatore

mai avrebbe concesso

all’aria

un centigrado di ristoro,

quella sera

ampie terrazze

s’aprivano

ai nascosti mercati

di entità

inutilmente cercate

sotto la luce del sole

allo zenit,

e volti oscuri

nascevano dall’ombra

a offrirti

apparenze più preziose

illuminate

dalla croce del sud e da occhi come stelle

splendenti

nella notte

colma

di teneri richiami.

 

 

Fu la notte

d’una delle mie isole

eterne,

in cui, dopo, dormii

avvolto

in un rosso ikàt.

 

 

 

15:02
1 marzo 2009


admin

Amministratore

messaggi3520

La ricordo, caro Mario, questa tua "sera", che  coniuga intimità, dolcezza, malinconia, paesaggi lontani ma sempre presenti al cuore, dove ogni singolo elemento si fonde con l' altro in una visione di totale completezza.

dmk

19:28
1 marzo 2009


franco

Ospite

…di entità

inutilmente cercate…

Oh si, ognuna di queste isole che altro è se non appunto "quella che non c'è", approdo e miraggio di un'intera vita.

Splendida poesia, Mario.

Bello, in una di queste tue sere, condividere sogni.

ti abbraccio,

f

21:04
1 marzo 2009


sandra

Ospite

Che bello questo clima tropicale signor mario! Ecco dove hai sviluppato l'amore per la fotografia. Mi sono chiesta chi siano queste entità che escono nottetempo, "ad offrire apparenze preziose", "splendenti nella notte colma di teneri richiami". Ho immaginato tenere e dolci fanciulle isolane… ma io sono una romanticona.

Una bella poesia, signor mario, piena di dolce nostalgia per un paradiso perduto. Kiss

08:33
2 marzo 2009


Rose

Ospite

Un quadro di Gauguin, la tua poesia, Mario!

Colori decisi e forti contrasti, tipici delle isole che tanto ami.

Luci e ombre si smorzano nel sonno "la notte/d'una delle

mie isole/eterne".

14:32
2 marzo 2009


stella

Ospite

Leggendo questa poesia viene proprio voglia di visitare quei luoghi meravigliosi.

Voglia di quei colori, di quelle lunghe notti silenziose,brillanti di stelle.

Per me voglia di fuggire per te tanta nostalgia.

grazie

stella   

15:22
2 marzo 2009


borablu

Ospite

15:36
2 marzo 2009


Gio

Ospite

Grazie Mario per questa tua poesia…i ricordi sono la nostra vita e da come tu descrivi quei luoghi trasmetti una grande serenità oltre che tanta nostalgia e tutto l'amore che ti è rimasto.

Un abbraccio forte, gio.



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 331

Attualmente online:
4 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)