Forum

 
Questo forum é per il momento chiuso – l'accesso é di sola lettura
Devi avere effettuato il login per poter inviare un messaggio
Cerca nei forum:


 






Utilizzo wildcard:
*    corrisponde ogni numero di caratteri
%    corrisponde esattamente un solo carattere

e lo spirito guida divenne il lupo (da "Eventi")

UtenteMessaggio

17:31
5 maggio 2011


Carmen

Ospite

Si dice che “le strade del Signore sono infinite”, trovo che questo detto sia di un’apertura totale e, al di là del significato religioso, è confortante sapere che abbiamo davanti a noi infinite possibilità per uscire dal labirinto che ci siamo creati, o che è stato creato per noi.

La veste della morte può essere indossata con dignità, così come lo stelo può resistere eroicamente ai venti, purché resti indomito ricorrendo al sacro istinto della sopravvivenza.

Il lupo è il mio esempio.

 

Poco dopo il grande Evento Clarissa incontrò un magnifico esemplare, un lupo solitario che le disse: “Dovevi incontrare me per capire che il lupo non è cattivo e per sciogliere le tue paure. Sono gli esseri umani che, non potendomi domare, hanno attribuito a me la cattiveria, che cattiveria non è mia ma loro. Hanno paura di amarmi, è questione di diffidenza reciproca. Ma quando si parla di amore vero, è un’altra cosa.

Amare non significa dar via l’anima, quella è e resterà tua, altrimenti saremmo plasmati dall’egoismo. Non è un atto ingeneroso: amare col cuore e con la ragione.”

 

Ci sono tante teorie religiose, alcuni parlano di vita eterna, altri della reincarnazione.

Espiando per gli errori di una sua vita precedente, per rinnovarsi ed arrivare alla illuminazione, non può essere un concetto valido, perché priverebbe l’uomo della sua libertà e la libertà è il respiro dell’anima.

In fatto è che gli uomini sentono il bisogno di giustificare gli eventi, soprattutto quelli negativi. E se invece vivessero senza giustificazioni, liberi da qualunque ipotetico conto sospeso?

Non sarebbe meglio lasciarsi andare agli Eventi senza chiedersi il perché. E fare come l’acqua del fiume che scorre seguendo la corrente verso il suo delta per poi diffondersi nelle acque del grande mare?

Credo che, almeno per una volta nella vita, tutti abbiano incontrato qualcosa che assomigli ad un sogno e abbiano attribuito a quel sogno, divenuto realtà, la responsabilità di non restare tale. Nulla è di più sbagliato. Un conto è il sogno, un altro conto è la realtà.

Meglio sarebbe una realtà che assomigli ad un sogno, è più consapevole alle eventuali cadute.

 

Clarissa non visse di sogni, semmai cercò il lato buono delle cose, perché anche il dolore ha qualcosa di buono da dare, se non altro offre la consapevolezza e l’interesse per la ricerca del vero.

La donna imparò a guardare oltre le cose evidenti, iniziò ad ascoltare l’anima.

Ella dal centro si spostò ai bordi. Aveva capito quanto potesse essere graziosa la solitudine ai bordi, vestita così com’era della sua storia e che le restituiva la libertà, una libertà non certo voluta, e perciò ancor più preziosa.

Non avrebbe permesso a nessuno di tarpare le sue ali. Ora erano aperti per i grandi voli, come l’aquila quando volteggia nell’aria, così la sua anima. La stessa anima che aveva perduto e che il lupo (la paura)  le aveva restituito.

Vivere ai bordi dove la  prospettiva verso il centro diventa più ampia, e poi si può come pregustare i tramonti e il tramonto altro non è che l’essenza del giorno.

Il giorno non muore ma si evolve, così come il tempo non finisce ma cambia. 

“Se durante il giorno hai vissuto per il tramonto, capirai che non ha importanza sapere dove ti porterà l’essenza, l’importante è che tu l’abbia percepita, ma percepire essenza ha un costo, e questo costo può essere molto alto".

 

(incipit per un racconto).

 

Carmen

 

p.s. Mi piacerebbe tanto scrivere narrativa, ma so che ci sono delle tecniche da osservare che non so. Qualcuno potrebbe consigliarmi dei libri da cui posso apprendere? Grazie e buona lettura!

18:12
5 maggio 2011


admin

Amministratore

messaggi3520

Un buon incipit, per un racconto, con quel tanto di filosofia della vita e della morte che offre spunti di riflessione.

Tecniche per scrivere narrativa: vero, ci sono. E ci sono tanti testi che le vorrebbero spiegare. In genere sono noiosamente inutili. L' unico che mi è davvero piciuto è Aspects of the Novel di E. M. Forster (non so se ci sia in traduzione italiana, posso guardare). Ci sono tante "scuole" di scrittura creativa, anche.

Sai cosa penso, Carmen? 

1. quando si incomincia a scrivere narrativa é bene rifarsi al proprio vissuto e al contesto che più si conosce, quello in cui si vive

2. la miglior scuola é la lettura di grandi narratori, da Cechov alla Austen (tanto per far due nomi) fino a Joyce e alla Woolf (tanto per farne altri due)

3. ogni autore ha il suo stile e le regole tecniche che valgono per la scrittura di uno possono non valere niente per l' altro.

Ah, ho controllato! Ecco qui

 edito da Garzanti Libri, 1991

Se vuoi leggere una introduzione al libro (che poi é un "libretto" piccino piccino) puoi andare qui:

http://lafrusta.homestead.com/…..rster.html

dmk

17:09
24 maggio 2011


Carmen

Ospite

Grazie Daniela, le tue informazioni mi saranno sicuramente utili. Ho stampato le pagine del link.

A presto!

Carmen

21:00
24 maggio 2011


Manfredi

Ospite

confermo: Aspects of the Novel é un buon testo, piacevole da leggere e con buone indicazioni di scrittura. ha il grande pregio di essere semplice anche se ricco di stimoli e di esempi. non si può dimenticare che l' autore é un narratore di primo piano e ben si muove "nel suo campo".

approfitto e chiedo scusa per la mia scarsa presenza qui: ho molto da fare in questo periodo e, il più delle volte, anche di sera. conto di rifarmi quando mi sarò alleggerito dagli impegni…Frown



Info per il forum daniela manzini kuschnig' s weblog

Il più alto numero di utenti in linea: 783

Attualmente online:
13 Ospiti

Sta visualizzando Argomento:
1 Ospite

Statistiche del forum:

Gruppi:6
Forum:17
Argomenti:1657
Messaggi: 13100

Utenti attivi:

Hanno partecipato 31 ospiti

E' presente 1 amministratore

I più attivi:

Amministratori:admin (3520 Messaggi)